opener

Arredamento modulare per officina: qual è la soluzione ottimale?

Arredamento modulare per officina: qual è la soluzione ottimale?

L’arredamento modulare per officina ha il vantaggio di ottimizzare gli spazi e di consentire un’estrema personalizzazione dell’allestimento. Ma da dove partire per scegliere numero e tipo di moduli adatti alla propria officina? Diamo uno spunto, proponendo come primo criterio di valutazione la zona destinata all’arredamento.

Per allestire gli spazi di lavoro in un’officina, la soluzione migliore è un arredamento modulare studiato di volta in volta sullo specifico layout dei locali. La progettazione dell’arredamento modulare per officina è la parte più importante: serve a disegnare una composizione che sfrutti al massimo lo spazio disponibile, con una disposizione intelligente dei mobili.

Tuttavia, per ogni zona di lavoro di un’officina – diagnostica, meccanica, montaggio-smontaggio - esistono mobili di cui non si può fare a meno: ecco perché il primo fattore da tenere in considerazione quando si progetta l’arredamento modulare è proprio la sua funzione principale.

Proponiamo 3 esempi di arredamento modulare per officina, distinti in base alla zona di lavoro a cui sono destinati.

Zona meccanica

Se deve essere installato nella zona meccanica, l’arredamento modulare per officina può comprendere ad esempio:

  • 1 ampia piana da lavoro che funga da piano d’appoggio per qualsiasi esigenza;
  • 1 modulo ad anta per integrare una colonna o, per esempio, la consolle di un ponte sollevatore;
  • 1 carrello dove alloggiare utensili e attrezzi più utilizzati, e averli sempre a portata di mano;
  • 1 distributore fluidi dove raccogliere gli avvolgitori dell’olio nuovi e quello esausto, dell’acqua, dell’aria e via dicendo.

Zona diagnostica

Per la zona diagnostica, l’arredamento modulare per officina più facilmente integrabile è composto almeno da:

  • 1 indispensabile piana da lavoro dove posizionare gli strumenti diagnostici;
  • 1 cassettiera fissa con cassetti capienti e capaci di sopportare pesi importanti, sopra i 30 kg;
  • Diversi moduli con ante con porte rientranti che evitino ingombri quando sono aperte e siano adatti anche come postazione PC
  • 1 modulo pensile che possa ospitare cartelle, valigette porta utensili, scatole, spray ma anche monitor o porta carte.

Zona montaggio-smontaggio veicolo

L’arredamento modulare per officina è ideale anche quando si tratta di una carrozzeria. L’area di lavoro dedicata allo smontaggio e al rimontaggio dei veicoli, infatti, idealmente dovrebbe comprendere:

  • 1 banco da lavoro con ripiano intermedio dove appoggiare i vari pezzi;
  • 1 carrello a cassetti con serratura per mantenerne al sicuro il contenuto;
  • 1 cassettiera a 5 cassetti per riporre utensili e attrezzi.

Hai scelto l’arredamento modulare per la tua officina?

Oltre alla funzionalità e all’estetica, la modularità è un altro dei punti forti dei nostri allestimenti per officine.

Offriamo sempre al cliente la risposta ottimale ai suoi bisogni concreti, con un attento studio del caso: contattaci, e analizzeremo la metratura della tua officina, il layout degli spazi di lavoro, le eventuali criticità. Dalla progettazione all’after sales, il project manager DEA sarà al tuo fianco per consigliarti le migliori soluzioni.

Pensi che l’arredamento modulare per officina sia la soluzione adatta alla tua azienda? Contattaci tramite il modulo o telefona al numero 0522 1533038

Lino Di Betta
AutoreLino Di Betta

Ispiratore DEA Italian Worklab

Lascia un commento